INTERVISTA FABIO ABATE

Intervista a Fabio Abate artista siciliano che ci parla del suo nuovo singolo “Come ti vorrei”.

1-Ciao Fabio, artista , cantautore scoperto dalla nostra “Cantantessa” Carmen Consoli tra l’altro anche suo autore , un percorso musicale che si sta dimostrando ricco di successi, sei spesso in giro ed hai realizzato diverse colonne sonore oltre ad essere spesso ospite di Fiorello
Ho collaborato con Carmen Consoli per diversi anni. Un esperienza straordinaria che mi ha dato tante soddisfazioni. Ho anche scritto un brano per lei inserito nella colonna sonora del film di Maria Sole Tognazzi “L’uomo che ama” ricevendo la nomination ai David di Donatello e ai Nastri d’argento come miglior canzone originale. Da qui è nata la passione per le colonne sonore. Di recente ho scritto le musiche del nuovo film di Alessandro di Robilant in collaborazione con 095 mm di Catania per il film “Mauro c’ha da fare” attualmente nelle sale d’Italia. Di recente sono stato ospite dell’edicolafiore di Fiorello e degli amici del “baretto”. Mi sono presentato un giorno per caso e lui mi ha accolto a braccia aperte.
2- Fabio come hai “Conquistato” Carmen Consoli??e qual è stata ad oggi la tua soddisfazione piu’ grande?
Credo di aver conquistato Carmen col linguaggio della musica e la mia più grande soddisfazione è stata quella di aver fatto musica senza mai scendere a compromessi.
3- “Come ti vorrei” è un brano che fa’ riflettere, esce fuori completamente la tua anima.. “Se potessi dirti tutto quello che io non ti ho detto mai… cosa diresti?
Come ti vorrei è un brano a cui sono molto legato. La trasmigrazione dell’anima verso l’amore. Penso un po’ tutti nella vita avremmo voluto dire ciò che non abbiamo mai detto ad una persona amata.
4- Sei molto legato alla tua terra alla Sicilia e si percepisce anche dal videoclip , secondo te musicalmente parlando di cosa avrebbe bisogno la nostra terra?
Abbiamo girato il videoclip(che sta ammaliando il web) nello straordinario scenario di Portopalo di Capo Passero. Sono molto legato alla mia terra e sopratutto a Portopalo di Capo Passero, luogo incontaminato della Sicilia meridionale.Penso che la nostra terra avrebbe bisogno di più attenzioni. Questa è una terra sacra e come tale dobbiamo amarla e rispettarla.
5-In “Come ti vorrei” duetti con Carlotta Proietti ( figlia di Gigi Proietti) ci racconti di questa collaborazione?
Ho conosciuto Carlotta Proietti alcuni anni fa durante un festival blues dove lei si esibiva. Rimasi ammaliato dalla sua voce. E così ho pensato di coinvolgerla per un duetto. Ha ascoltato il brano e lo ha cantato. Una bellissima collaborazione spontanea e naturale.
6-Questo singolo anticipa l’album ci saranno altre collaborazioni ?
Il nuovo album uscirà in autunno. Ho preso il tempo di cui avevo bisogno per maturare questo nuovo progetto. Ho avuto anche il piacere di duellare con Rita Botto con il brano “Isa li manu” scritto in lingua siciliana.

Paola Quattrocchi

30-06-2015

 

Ascolta la
Diretta
Ascolta la
Diretta
Messaggia con la
Radio in diretta