INTERVISTA DAMIANO BRILLI

Damiano Brilli cantautore calabrese classe 1991 che presenta il suo nuovo singolo dal titolo “Mi Difenderò” dal sound internazionale e che trascina.

1- Damiano hai cominciato giovanissimo a cantare ma gia’ da bambino avevi le idee chiare ci racconti come nasce la passione per la musica e quali sono le esperienze che fino ad oggi per te sono significative?

Sì esatto! Sin da piccolissimo ero affascinato da tutto ciò che era arte, infatti non ricordo di preciso come mi sono avvicinato esattamente a questo mondo, ricordo solo che rimanevo affascinato quando guardavo dei musical o cartoni con musica o qualcuno che cantava, iniziavo ad imitarli, fino a quando ho avuto la possibilità di iniziare a studiare canto, e lì mi si è aperto un mondo. Tutto è iniziato ad essere più reale, e iniziavo a capire che il canto sarebbe potuta essere realmente la mia strada. Studiano ho iniziato a mostrarmi in pubblico, nonostante fossi molto timido, partecipavo a concorsi casting collaborazioni e serate fino ad arrivare a sentire il bisogno di farlo, abituandomi a quelle emozioni fino a diventarne dipendente! Le esperienze sono state tante e le ricordo tutte con immenso piacere, perché sia nel bene che nel male, mi hanno portato ad essere quello di oggi.
2– Parlando di questo singolo “Mi difenderò” da cosa si difenderà Damiano?

Mi difenderò dalle delusioni che può riservarti l’amore. È un testo autobiografico, parla di una mia storia vissuta, per la quale ho sofferto e mi ha segnato anche nelle mie storie successive. Ho vissuto tutte le emozioni che descrivo nel testo del singolo, ma nonostante io abbia sofferto, superando tutto, ti rendi conto che si va avanti. Quindi il messaggio che mando attraverso questo brano è di rialzarsi sempre e continuare a lottare più forti di prima.

3- Hai partecipato ai casting di Amici 2014 raggiungendo degli ottimi risultati com’è stata quest’esperienza e qual è la tua considerazione sui talent?

Ricordo amici 14 come un’esperienza assolutamente positiva, certo non ho vissuto dei momenti facili, ma adesso dico: è stata una bell’esperienza. Sappiamo quanti giovani oggi ambiscono ad entrare in un talent, e per me arrivare fra gli ultimi sei cantautori candidati all’ingresso nella scuola di amici, già solo questo per me è una grande soddisfazione. In più ho anche avuto la possibilità di passare del tempo in quella scuola, lavorare con dei professionisti, esibirmi sapendo di essere visto da un pubblico molto vasto; tutto questo ha arricchito parecchio il mio bagaglio personale. Perciò la ricordo con immenso piacere. Dei talent in generale pensò bene, se presi con il giusto spirito. Ad oggi sono quelli che ti danno la popolarità immediata, ma credo sia sbagliato considerarli come unica possibilità per far questo nella vita.

4- Oltre la musica hai un’altra grande passione quella della moda e a tal proposito ti chiedo quanto è importante l’immagine?

Ho una grande passione per la moda ed ho avuto la possibilità e la fortuna grazie alla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer di unire questa mia passione alla musica. Nel 2014 mi hanno insignito della carica di Fashion Music Image, una figura collante fra la musica la moda e la presenza scenica, punti di forza per la mia carriera! Detto ciò, si, secondo me l’immagine è molto importante. Io credo che la musica oltre ad ascoltarla si vede anche! Ovvio con importanza e sfumature differenti, ma basta guardare gli artisti internazionali più in vista del momento e non credo non curino la loro immagine, anzi direi tutto il contrario.

5- Dopo mi difenderò in collaborazione con Kikko Palmosi ci si prepara all’uscita di nuovi lavori discografici cosa c’è nel calderone?

Sì esatto. Con Kikko abbiamo lavorato a questo singolo del quale siamo tutti soddisfatti, ma non è un unico lavoro. Abbiamo già lavorato su altri pezzi, abbiamo tante idee e tanti progetti, ma ancora non sveliamo nulla.

6- Se ti dico Festival di Sanremo cosa mi rispondi?

Sanremo è incluso tra i progetti. Con la casa discografica abbiamo presentato un nuovo brano sulla scia di Mi Difenderó ma decisamente più impegnativo. Sarebbe un sogno, incrociamo le dita.

7- Un video pieno di passione, dove ti vediamo in tante sfaccettature dove si balla , si canta e la cosa bella che hai coninvolto tutti personaggi della tua terra

Sono molto orgoglioso del videoclip, oltre che per aver coinvolto solo persone della mia terra, ma anche perché il video riesce a racchiudere in pieno il senso del brano con tutte le sue sfaccettature.

Catania 29-10-2015

Paola Quattrocchi

Ascolta la
Diretta
Ascolta la
Diretta
Messaggia con la
Radio in diretta