ZAFFERANA, DOVE IL RIFIUTO DIVENTA RISORSA

Raccolta-Differenziata

Raccolta-DifferenziataIl comune di Zafferana ha raggiunto la quota record del 90% di raccolta differenziata, e attraverso un meccanismo di pesatura del materiale raccolto, registrato su tessera magnetica, i residenti hanno diritto ad un rimborso sulla tassa dei rifiuti e, in alcuni casi, all’azzeramento della tassa.

Tramite l’istituzione di isole ecologiche e di una corretta raccolta differenziata nel comune etneo sono già stati erogati i rimborsi concernenti gli anni 2014/2015.

I comuni siciliani e la Regione dovrebbero seguire l’esempio virtuoso del comune di Zafferana Etnea che ha, appunto, dimostrato come la raccolta diversificata, da rifiuto si possa trasformare in risorsa.

L’assenza di raccolta differenziata in Sicilia si attesta intorno al 10%, un dato considerevole se paragonato ad altre regioni italiane. Differenziare contribuisce, inoltre, a ridurre i costi dell’ecotassa, tributo speciale che le amministrazioni dovranno pagare per il deposito dei rifiuti solidi in discarica, che incide pesantemente sul bilancio delle città siciliane.

Chissà se il comune pedemontano possa diventare un modello virtuoso, in una regione che punta ancora troppo sugli inceneritori, che di certo sono un vero fardello per l’inquinamento.

Adriano Nicosia