Sit-in e sciopero della fame di un imprenditore acese

sciopero

Far sentire la propria voce mettendo la propria persona come strumento di protesta. Così un imprenditore acese, Alfio Torrisi, ha deciso di manifestare con un sit in in Piazza Verga a Catania. Nonostante i suoi problemi di salute, ha iniziato anche uno sciopero della fame contro la lentezza della giustizia e per la soppressione del documento unico di regolarità contributiva. Ad essere coinvolti sono tutti gli imprenditori, i commercianti e gli artigiani che non si sentono tutelati dallo stato dal punto di vista economico e legislativo. “ Non mi spiego come mai non si voglia eliminare questo famoso DURC –ha dichiarato Alfio Torrisi- sta mettendo in ginocchio tutte le imprese che devono versare dei contributi verso gli enti INPS e INAIL quando vantiamo grossi crediti nei confronti delle pubbliche amministrazioni e dei privati”. L’azione di Torrisi vuole inoltre sensibilizzare la magistratura, i politici europei, nazionali, regionali e locali per cercare di raggiungere una soluzione che possa far continuare a vivere anche le medie e piccole imprese.

Federica Di Maria Renda