Protocollo d’intesa tra Comune ed ENPA

ZOO

Sottoscritto questa mattina un protocollo d’intesa tra il Comune di Catania e l’Ente Nazionale Protezione Animali. Numerosi gli obiettivi del progetto tra cui un piano di intervento contro il randagismo, che passi anche attraverso la sensibilizzazione del cittadino, ed una attività di vigilanza del territorio ad opera delle guardie zoofile, 10 in tutto dai quartieri periferici sino al centro storico. Scopo principale del protocollo, come evidenziato dal sindaco di Catania Enzo Bianco, la costituzione di un canile municipale che possa accogliere gli oltre 750 tra cani e gatti recuperati per strada tra gennaio e giugno 2015. Ad almeno 500 metri dal centro abitato, i locali per il canile potrebbero essere scelti tra i beni confiscati alla criminalità a disposizione del comune. Ma non solo, l’intesa tra l’amministrazione e l’ ENPA si prefigge anche di proseguire nella campagna di sterilizzazione e di adozione dei randagi avviate qualche mese fa insieme a quella di microchippatura  (ad oggi sono circa 50 a settimana le sterilizzazioni effettuate, 250 tra cani e gatti gli animali già adottati e 1000 in tutto i cani microchippati). In più, ulteriore iniziativa del Comune: sollecitare i gestori dei lidi affinchè si dotino di spazi adibiti agli animali. Ad oggi hanno aderito il Lido Azzurro e quelli della Polizia Penitenziaria e Municipale. Abbiamo intervistato Paradiso Cataldo, presidente della sezione provinciale dell’ENPA di Catania.

 

22.7.15