Nasce il progetto “Cigni di Bellini”, la risposta siciliana alle praline di Mozart.

cigni di bellini 1

Un progetto per  unire la musica di Vincenzo Bellini al tradizionale cioccolato di Modica, creando nuove forme, nuovi sapori, nuove identità. Si tratta di “Cigni di Bellini”, speciali praline di cioccolato modicano che esaltano gli ingredienti più nobili dell’isola (dal pistacchio di Bronte al sale di Trapani, dal passito di Pantelleria agli agrumi etnei) nell’unione più intima con le note delle sinfonie del grande compositore italiano di origini catanesi.

L’idea dei “Cigni di Bellini” è nata dall’incontro tra il maestro Luigi De Giorgi, professore d’orchestra del Teatro Bellini, e il maestro cioccolatiere Giuseppe Rizza, quarta generazione dell’Antica Dolceria Rizza di Modica che proprio quest’anno celebra i suoi lunghi 80 anni di attività. Per due anni il maestro Rizza, con la stretta consulenza del maestro De Giorgi, ha lavorato al progetto studiando i migliori accostamenti tra gli ingredienti e le dieci opere di Bellini e scegliendo poi la forma da dare all’esclusivo prodotto dolciario.

Queste delicate dolcezze, che interpretano il gusto vero della tradizione, saranno ufficialmente presentate sabato 7 febbraio alle ore 11 presso il foyer del Teatro Bellini di Catania, all’interno dell’iniziativa “Sinfonie di Gusto”, un evento praticamente unico che vedrà la degustazione guidata dallo stesso maestro Rizza con l’abbinamento di alcune delle opere più famose di Bellini, selezionate da De Giorgi e suonate dal vivo dal sestetto d’archi “Italian Ensemble”. L’iniziativa si svolge in collaborazione con l’Ente Lirico Teatro Bellini di Catania. I “Cigni di Bellini” non sono solo la “dolce” risposta italiana alle praline di Mozart ma diventano un veicolo per rilanciare l’interesse sulle famose opere belliniane attraverso una serie di iniziative che si svilupperanno negli ambienti culturali italiani ed europei.

6 Febbraio 2015