Musumeci: “La legge di riforma delle provincie resterà inapplicata per mostruosità genetica”

Musumeci

Musumeci

Il desiderio di abbandonare la provincia di Caltanissetta per unirsi al libero consorzio di Catania sfugge ai gelesi in quanto nei giorni scorsi in occasione del Referendum il quorum non è stato raggiunto.

“Il deludente esito del referendum di domenica a Gela conferma quello che diciamo ormai da mesi: la legge di riforma delle Province, voluta dal governo Crocetta, resterà inapplicata per manifesta mostruosità genetica.” Lo ha dichiarato l’esponente dell’opposizione Nello Musumeci, che è anche presidente della Commissione regionale Antimafia. 


“Quando mancano appena settanta giorni alla scadenza dei termini, le classi dirigenti locali ed i cittadini rispondono con indifferenza e diffidenza, mentre si scatenano in alcune province- osserva Musumeci – antiche e irragionevoli rivalità territoriali, destinate a creare caos e guerre fra poveri ed a smantellare assetti amministrativi costruiti su consolidate identità e omogeneità culturali e sociali. Se Crocetta pensa di affrontare il problema a settembre con una leggina di rinvio, sospendendo ogni partecipazione democratica e mantenendo ancora per un altro anno i nove commissari provinciali a gestire quel che appare ormai ingestibile, si sbaglia di grosso”, avverte Nello Musumeci: “e se ne accorgerà molto presto, in aula.”

Redazione