“La buona scuola crolla, noi no”, corteo degli studenti a Catania

DCIM100GOPRO

 

Costretti a vivere quotidianamente in strutture a rischio, costretti a sostenere le lezioni in turni pomeridiani, costretti a spostarsi in altri istituti perché la propria scuola è inagibile.  Questi sono solo alcuni dei disagi che centinaia di studenti delle scuole catanesi si trovano ad affrontare tutti i giorni dopo l’ultimo nubifragio che ha colpito la città. Situazione insostenibile non solo per gli studenti ma anche per le famiglie e i docenti delle scuole. Per tale ragione questa mattina a Catania si sono riuniti in un corteo di protesta, “La buona scuola crolla, noi no”,  i ragazzi di diverse scuole di Catania per denunciare e per richiedere la messa in sicurezza di tutte le strutture scolastiche dove poter vivere e studiare serenamente. Organizzatore del corteo  Simone Granata di Assalto studentesco.  Presente alla manifestazione anche la portavoce dei ragazzi pendolari di Catenanuova  che ogni giorno dal proprio paese viaggiano in pullman per andare a Catania a scuola a causa dell’assenza di strutture scolastiche adatte ad ospitare ragazzi delle scuole superiori.

 

Federica Di Maria Renda

6 Ottobre 2015