Incendio Zia Lisa: solidarietà della Diocesi etnea alle famiglie rom

Caritas

 

Solidarietà della Chiesa cittadina alle famiglie rom colpite dall’incendio che ha devastato il campo di Zia Lisa da parte dell’Arcidiocesi di Catania. Il direttore dell’Ufficio Pastorale Migrantes, il Diacono Giuseppe Cannizzo, si è, infatti, recato in visita alle 25 famiglie e ai 30 bambini che ancora abitano in accampamenti di fortuna dopo che il 50% delle baracche è stato distrutto dalle fiamme. Ai presenti sono stati donati beni di prima necessità, vestiti, scarpe, gelati e qualche giocattolo per i più piccoli. La maggior parte dei nuclei familiari era assente, in estate fanno ritorno temporaneamente in Romania nella città di Calarasi al confine con la Bulgaria. Sul posto erano ancora evidenti i segni dell’incendio che ha reso impraticabile la zona anche causa dell’accumulo di ceneri, sterpaglie e rifiuti. Quanto alle cause che hanno provocato il rogo nessuna delle famiglie interpellate ha fornito una risposta certa, addebitandone, forse, l’origine ad una candela accesa dimenticata all’interno di una baracca.

7.8.2015