Incendio Fiumicino: interviene il Codacons

fiumicino.

Il Codacons sta ricevendo le richieste di aiuto da parte dei viaggiatori che a causa dell’incendio di Fiumicino hanno perso giorni di vacanza o sono stati costretti a sostenere costi aggiuntivi per alloggi o trasferimenti.

In loro favore Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons ha deciso di lanciare  una azione legale volta ad ottenere il risarcimento dei danni subiti. Sul sito www.codacons.it è stato pubblicato oggi un modulo attraverso il quale i passeggeri coinvolti nei disagi legati all’incendio di Fiumicino possono chiedere alle compagnie aeree il risarcimento danni da giorni di vacanza persi, ferie non godute, spese aggiuntive sostenute, ecc., oltre al rimborso integrale del biglietto. Sono infatti le compagnie aeree – continua Codacons- a rispondere nei confronti del passeggero per i danni derivanti dalla  cancellazione dei voli, in quanto il rapporto contrattuale si instaura tra utente e vettore aereo al momento dell’acquisto del biglietto. Saranno poi le compagnie a rivalersi sui responsabili dell’incendio una volta terminati gli accertamenti della magistratura.

13 Maggio 2015