Emergenza abitativa a Catania: sit in in Prefettura

casa

Ogni anno a Catania e nel suo territorio almeno 800 nuclei familiari perdono la casa. Secondo i dati Istat in dieci anni in Sicilia il ricorso ad alloggi di fortuna è aumentato del 270%. Sulla questione però le istituzioni rimangono mute, in particolare il Comune di Catania, secondo quanto denunciano Sunia, Sicet e Uniat, questa mattina in presidio sotto la Prefettura. Un sit-in, insieme alle confederazioni sindacali di Cgil, Cisl e Uil etnee, per chiedere alla Prefettura una intermediazione costruttiva con il Comune di Catania, “l’unico che tarda a rispondere – dichiarano i sindacati provinciali degli inquilini – gli altri Comuni del territorio stanno già procedendo a monitorare la situazione degli alloggi pubblici”. Alla consegna del documento di proposte redatto dai sindacati erano presenti i segretari Giusy Milazzo (Sunia), Carlo D’Alessandro (Sicet) e Sabina Marino Marino (Uniat); per la Cgil, la responsabile per le politiche abitative Rosaria Leonardi, e per la Uil, il segretario territoriale Salvo Bonaventura. “Abbiamo apprezzato la disponibilità della Prefettura – dicono i sindacati – ma se sarà il caso porteremo la protesta alla Regione”.   

Enrica Sinesio

21.12.2015