Confagricoltura incontra Israele: “Si gettano le basi per nuove opportunità di scambio in agricoltura”.

taranto-pottino-gilon-selvaggi

Una delegazione di Confagricoltura, composta dal presidente regionale Ettore Pottino, dal direttore regionale Salvatore Taranto e dal presidente della federazione etnea Giovanni Selvaggi, ha incontrato ieri a Catania l’ambasciatore di Israele in Italia, Naor Gilon.

Obiettivo della riunione: gettare le basi per nuove opportunità di scambio e collaborazione tra l’agricoltura siciliana e quella israeliana “per far si -ha spiegato Gilon- che la cooperazione tra Sicilia e Israele nel settore agricolo cresca e migliori”. “Israele –ha proseguito l’ambasciatore– è molto simile alla Sicilia per grandezza e numero di abitanti e sono certo che le sinergie potranno essere tante”.

“Nel nostro Paese ogni anno, spendiamo il 4,5 per cento del nostro prodotto interno lordo in ricerca e sviluppo, una parte di questo investimento è dedicato all’agricoltura, le nostre tecniche e le nostre esperienze di management possono essere utili agli imprenditori siciliani che invito fin da ora a partecipare ai prossimi eventi dedicati all’agricoltura che si terranno nel nostro Paese”, ha concluso l’ambasciatore israeliano.

“Siamo molto interessati -ha sottolineato il presidente di Confagricoltura Catania Selvaggi- all’innovazione e alla sperimentazione di nuove tecniche specie nel campo del risparmio idrico e della nuove colture, che sappiamo essere dei punti di forza dell’agricoltura israeliana e accogliamo con piacere l’invito dell’ambasciatore ai nostri imprenditori”.

“Dalla collaborazione tra agricoltura siciliana e israeliana potranno arrivare benefici reciproci e specie in vista dell’Expo 2015 sarà importante intensificare i nostri rapporti”, ha poi aggiunto il presidente regionale di Confagricoltura Ettore Pottino.

19 febbraio 2015