CGIL. Riorganizzare gli ammortizzatori sociali

rota.

La crisi economica nazionale, abbattutasi con effetti disastrosi anche sulla provincia catanese, sta avendo come conseguerota.nza il collasso delle aree industriali e artigianali.
Nel corso della conferenza stampa CGIL a Catania alla quale hanno preso parte il segretario generale della camera del lavoro Giacomo Rota, il direttore Inca Cgil, Vincenzo Cubito, il responsabile del Dipartimento del lavoro Giuseppe Oliva e il segretario confederale Giovanni Pistorio, si sono snocciolati un po’ di dati in merito alla situazione disastrosa del nostro territorio, e al ricorso che 36 mila lavoratori hanno fatto alla disoccupazione ordinaria.
Al momento l’unico ammortizzatore sociale rimane la mobilità in deroga, unico baluardo al quale i lavoratori possono appigliarsi.

Secondo Giacomo Rota: “la CGIL ritiene che la situazione attuale degli ammortizzatori sociali in Italia sia molto grave. I numeri ci indicano una situazione di grande sofferenza nel mondo del lavoro. Ci sono migliaia di lavoratori che aspettano il denaro per vivere e far vivere le proprie famiglie. Chiediamo di ripensare il sistema degli ammortizzatori sociali per arrivare ad un ammortizzatore sociale universale che includa tutte le categorie di lavoratrici e lavoratori”

Alessia Zuppelli