CGIL e Sunia: un documento per l’utilizzo dei beni confiscati

DCIM100GOPRO

Emergenza abitativa a Catania, dati sempre più allarmanti, solo nel 2014 a Catania sono stati eseguiti 667 sfratti e nel  2015 i numeri sono aumentati del 10%. Per tale ragione  questa mattina è stato presentato in conferenza stampa in prefettura, un documento in cui si propone l’utilizzo dei beni confiscati a fini abitativi. Il documento è stato preparato in collaborazione tra i Comuni, il consorzio etneo, l’istituto autonomo case popolari di Catania e le parti sociali. Presente all’incontro Rosaria Leonardi, responsabile politiche abitative CGIL, Giusi Milazzo, segretaria generale del SUNIA e Pina Palella, segretaria confederale CGIL. Ascoltiamo quest’ultima al nostro microfono.

 

Federica Di Maria Renda

1 Marzo 2016