Catania, neonata morta per mancanza di posto. Procura farà il possibile per scoprire la verità

ambulanza.

“La Procura farà tutto il possibile per accertare la verità e individuare i responsabili” ha dichiarato stamane in conferenza stampa il Procuratore della Repubblica di Catania Giovanni Salvi, con il pm Alessandra Tasciotti. 

Il caso della bambina morta nel tragitto fra Catania e Ragusa proprio perché nella città etnea non vi erano posti disponibili ha subito sconvolto l’Italia intera. La bambina era nata presso la clinica privata “Gibiino” di Catania e subito dopo la nascita si sono riscontrate delle difficoltà respiratorie. Nè al Santo Bambino nè al Garibaldi pare abbiano potuto dare le giuste cure alla piccola. 

Un caso che ha spinto anche diversi parlamentari a rivolgersi al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin che dichiara di aver inviato già dei commissari per valutare la triste e sconvolgente vicenda. Non dimentichiamoci infatti che in Sicilia è presente il servizio del trasporto per elicottero, certamente più rapido rispetto all’ambulanza privata dove viaggiava in cerca di salvezza la sfortunata bambina. Un caso di malasanità che getta certamente vergogna e tristezza.

13 Febbraio 2015