Caltagirone, costi ridotti per la pubblica illuminazione

illuminazione-pubblica-ok

Saranno ridotti i costi per la pubblica illuminazione a Caltagirone, a causa dell’aumento dei costi dell’energia elettrica, grazie all’accordo raggiunto fra il Comune e l’Az Luce, la società concessionaria del servizio. E’ quanto stabilito nella conferenza di servizio svoltasi nella sede dell’ufficio tecnico, su iniziativa del commissario straordinario Mario La Rocca, fra il dirigente Ignazio Alberghina, Rup (Responsabile unico procedimento) e i rappresentanti della ditta. “L’attività di ricognizione condotta in piena collaborazione con la Società e tenendo ben presente come determinate spese siano state accresciute dal lievitare dei costi dell’energia elettrica – sottolinea l’ingegnere La Rocca – comporterà un notevole risparmio, in linea con gli obiettivi di spending review per noi prioritari”. Il “patto” di collaborazione siglato fra l’ente municipale e l’Az Luce determina una modifica nei contenuti e nella durata della convenzione, la cui originaria scadenza, fissata per il 2019 sarà prolungata. Infatti, come riferito dall’ingegnere Alberghina, la Società sarà chiamata a sostituire il parco lampade con lampade a led, in modo da determinare l’auspicato abbattimento dei costi, con questi ultimi che, come da disponibilità manifestata dalla concessionaria, già nel 2015 non superino la soglia di sostenibilità di 1.400.000 euro all’anno compreso il costo dell’energia, mentre con l’attuale situazione l’esborso annuale per il Comune sopravanzerebbe abbondantemente i due milioni di euro. Inoltre il privato effettuerà a titolo gratuito, sino a un massimo di 30.000 euro, gli interventi di manutenzione ordinaria degli impianti elettrici degli edifici comunali.

Redazione

2 Settembre 2015